Il servizio di Report sul pet food

gnam Il servizio di Report sul pet foodChiaro…
Quelli che ce l’hanno con l’alimentazione industriale avranno goduto come dei ricci…
Trovo però che il servizio sia stato fatto male, in maniera fuorviante e tendenziosa per portare l’opinione della gente dalla parte che vogliono loro. non sono stati per nulla obiettivi e completi nello spiegare la panoramica dell’alimentazione degli animali da compagni
Innanzitutto hanno parlato di animali morti per colpa di tossine… ma questo è ovvio se si usano prodotti di pessima qualità destinati allo smaltimento perché appunto inquinati/avariati… Ma….mica tutte le ditte usano pattume per produrre cibo.<span
hanno parlato delle solite tre multinazionali che io evito come la peste da anni, perché vendono a peso d’oro mangime per polli avariato che testano su animali…ma va?
ma ci sono tante altre ditte… anche e soprattutto Italiane … tanto per dare lavoro ai nostri concittadini… che fanno prodotti di ottima qualità.
Le etichette vanno sapute leggere, perché purtroppo, e non solo per i mangimi ma anche per l’alimentazione umana, dietro le etichette si nascondono tanti trucchetti per mascherare una cosa e farla sembrare un’altra.
Però è un dato di fatto che esistono i mangimi low grain ed esistono i mangimi grain free,che esistono mangimi con cereali che però non ne contengono troppi, ed esistono mangimi fatti con materie prime migliori. Inoltre esistono ditte che non mettono la bentonite per rassodare le cacche, che non usano additivi nocivi come antiossidanti ma vitamine o rosmarino… e soprattutto la dieta casalinga può essere ottima,ma va fatta in maniera bilanciata, non va assolutamente bene che passi l’idea che basta buttar via le crocchette edare un po’ di avanzi al cane … assolutamente è la cosa più sbagliata! perché non è affatto così. A parte che tanti alimenti che per noi non sono nocivi…per loro lo sono. Zuccheri, troppo sale, fritti, cioccolato pomodoro, cipolla ecc…non vanno dati al cane…
Piuttosto che una dieta sbilanciata allora a sto punto è meglio il mangime per polli! senza contare che a confronto del lupo, il cane, dopo migliaia di anni di dieta di scarti e avanzi nostri e quindi anche cereali, ha comunque una mutazione genetica che gli fa produrre un enzima che non ha il lupo, che lo rende in grado di digerire gli amidi, al contrario del suo cugino selvatico … Quindi non va dato troppo cereale certo, e magari non “intossicato”, ma loro sono benissimo in grado di digerirlo. Ricordatevi inoltre che fare la barf non significa buttare una carcassa di carne di pollo al giorno al cane, ma va fatta bilanciata, variata ed equilibrata. Trippa, interiora, verdure, variare il tipo di carne, usare anche il pesce, usare anche le ossa polpose, eventualmente integrare con integratori appositi…
Se volete smettere con il cibo industriale e dare un’alimentazione naturale/casalinga/barf ai vostri cani rivolgetevi a un nutrizionista! non cominciate a fare per conto vostro!Vorrei che gli amici cinofili riflettessero un attimo con me su questo servizio…Il problema è che noi che viviamo “con e di cani” e che per noi i cani sono una forte passione… siamo sicuramente già più informati sull’argomento e sicuramente abbiamo preso la cosa per il verso giusto, nel senso che se anche non è stato detto tutto e non è stato detto tutto in maniera corretta, noi abbiamo già le informazioni da prima e comunque siamo già in grado di prendere le informazioni che mancano. Ma noi siamo solo una minima percentuale di quelli che “hanno un cane”.Molti di quelli che “hanno un cane”, prendevano il mangime al supermercato insieme alla cassa di acqua e la pasta Barilla e adesso invece passeranno a dare probabilmente avanzi o chissà che cosa… per pulirsi la coscienza di quello che mangia quella specie di gnomo da giardino…non so se ho reso l’idea…Voglio dire per molti è un servizio come un altro,che parla di una cosa che tocca un po’ anche loro da vicino, ma non si sbatteranno più di tanto a informarsi meglio perché hanno altro da fare… semplicemente ieri in quella mezz’oretta hanno visto il servizio e al massimo cominceranno a dare avanzi invece che crocchette, senza però perdere ulteriore tempo… un po’ come se io vedessi un servizio di spray lucidanti per i parafanghi della macchina… lo prendo per quello che è una cosa che mi interessa ascoltare ma di cui non andrò ad approfondire… ho reso?

Allora se qualcuno sa leggere in inglese questo, è un articolo dove hanno sequenziato una modifica genetica nel cane che gli consente di digerire gli amidi meglio del lupo. di conseguenza il “mangime per polli” può andare comunque bene ai cani… chiaro non deve essere 95% cereali però sebbene il cane discenda da un carnivoro praticamente puro… non è più un lupo e tante cose sono cambiate nel cane.

Per chi vuole consultarlo, ecco un PDF in inglese con lo studio effettuato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*