Giochi di attivazione mentale… fai da te!

COSA SONO I GIOCHI DI ATTIVAZIONE MENTALE?

Sono giochi che stimolano la mente del cane, il quale deve usare le sue capacità intellettive ma anche manipolative, ovvero usare bocca e zampe, per risolvere degli enigmi.

Si consiglia spesso di far risolvere ai cani questi giochi, e si dice che sono molto utili, ma spesso non viene spiegato come si approcciano. Il cane infatti non va lasciato da solo con il gioco a passarsi il tempo, come noi quando facciamo le parole crociate, no! Il cane va sostenuto e aiutato da noi mentre arriva a capire i meccanismi dei giochi proposti. Probabilmente da solo risolverebbe comunque il gioco eh, ma a modo suo, facendolo in pezzi, lanciandolo in giro, eccetera. Quindi mi raccomando, questi giochi vanno fatti assieme al conduttore e il cane va aiutato, e soprattutto, se vedete che si sta stressando troppo nel cercare di capire, toranate indietro di un passo a qualcosa di più semplice e che abbia già compreso, premiate tanto tutti felici e smettete, in modo da finire la sessione in modo positivo. Riproverete poi, magari il giorno dopo, perchè è molto più faticoso usare la testa e risolverre questi enigmi che non correre un’ora e vi assicuro che si stancano in fretta specialmente le prime volte.

Si dice poi che questi giochi vanno “costruiti”, ma non nel senso che vedremo a breve, ovvero fatti in casa con materiale di recupero come ho fatto io, ma vanno “costruiti” dal punto di vista del cane, procedendo per piccoli step nella loro risoluzione, facendolo arrivare a compredere il meccanismo, e di conseguenza le libertà di movimento e manipolative che può arrivare ad avere come cane. Acquisirà capacità che, vi assicuro, sarà in grado di riportare poi in altre situazioni della vita quotidiana.

A che serve allora per il cane, fare questi giochi? Beh, innanzitutto a stancarlo e tenerlo impegnato, che per certi cani non è affatto poco, ci sono cani che ne hanno bisogno, o diventano distruttivi, o autolesionisti, e non sempre abbiamo tempo e modo di portarli ore a correre in campagna o a fare sport, e comunque, danno anche autoefficacia al cane, che si rende conto di essere in grado di fare tante cose, e di poter risolvere vari problemi che probabilmente mai avrebbe pensato di risolvere. Ricordatevi che più si hanno conoscenze, più si hanno vie di fuga, soluzioni a problemi, e più si è liberi e sereni.

Ultimo, ma non di importanza, migliora il loro rapporto e la loro fiducia con/verso di noi.

Ma veniamo ai MIEI giochi,

non quelli belli e colorati che vendono nei pet shop…

attivazione Giochi di attivazione mentale... fai da te!Vediamo ora come si usano e come sono stati fatti gli oggetti nella foto sopra. Foto molto spartana, non bella e perfetta come quella di presentazione dell’articolo, che oculatamente ho scelto come vuole oggi il “mercato” dei siti web, ma è così che ho preferito presentare i miei giochi, in quanto SONO! spartani, economici e fatti in casa, con materiali di recupero. Chiunque può farli, si risparmia e ci autogratifichiamo anche noi con il bricolage e il fai da te! Cliccando sui link nel testo sottostante vedrete i video, su facebook, dei miei cani che utilizzano il gioco descritto. Se poi uno ha anche voglia di fare il falegmane o il fabbro, si può fare molto di più. Io qui vi assicuro che mi sono impegnata relativamente poco!

 

LA MAGIC BOX

Nella foto a sinistra, vediamo la mitica Magic Box. Una gioco che ho costruito ovviamente io con scatole da buttare recuperate al supermercato e alcuni funghetti, di quelli che servono come protezione per i tondini in metallo potenzialmente pericolosi nei cantieri, e che nemmeno ho dovuto comperare o “prendere in prestito”, dato che qualcuno li aveva buttati vicino casa mia e io ho approfittato. I funghetti scorrono avanti e indietro dentro dei cilindretti fatti con cartoncino. Il cane deve spingere il funghetto perchè dal retro cada un croccantino. In genere lo fanno col naso. Per costruire questo gioco parto dal tubo singolo, quel tubo arancio con un funghetto che sbuca che si vede in basso a destra, sempre nella foto sopra. Ovviamente il passo iniziale è premiare il cane quando, proponendoglielo vicino al muso fuori dal tubo, annusa il fungo, poi quando lo spinge, e poi si passa al tubo singolo completo. Capito il meccanismo “singolo”, ovvero capito come far cadere il croccantino dalla parte opposta del tubo, poi passo alla scatola da 5. Nel video vedete Thalia, la mia cucciola meticcia di pastore tedesco grigio, a 5 mesi.

 

IL TUBO INTERROTTO

Poi a fianco della magic box troviamo il Tubo Interrotto Singolo e il Tubo Interrotto Doppio. Ovviamente si parte dal singolo, per poi passare a quello doppio. Il principio è che per fare cadere il premio, infilato nel tubo SOPRA l’interruzione, si deve togliere l’impedimento, in questo caso una specie di lamella tagliata a misura del diametro interno del tubo e inserita in una fessura. Sono fatti con un tubo di cartone molto rigido e robusto, recuperato da un plotter una volta esaurita la carta e le lamelle sono ottenute da coperchi di una scatola gel gelato. Anche qui l’esercizio si costruisce cominciando a stimolare il cane a prendere in bocca la lamella separata dal tubo e premiando quando lo fa. Nel video si diletta nella soluzione del gioco sempre Thalia, a poco piu di 2 mesi.

 

LA BOTTIGLIA CHE GIRA

Forse la più veloce e semplice da realizzare per chiunque, La bottiglia che Gira, non è altro che una bottiglia di plastica con due fori circa a metà della sua altezza, in modo che possa essere passato da parte a parte un perno, un bastoncino insomma. La bottiglia gira su se stessa tenedo fissato il perno, e quando si capovolge esce il boccone. Questa volta la protagonista è Gaia, giusto che ho trovato il suo video per primo, ma ovviamente lo hanno risolto un po tutti questo gioco.

 

LA PATTUMIERA

La Pattumiera non è altro che… una vera pattumiera, piccola, anche per questioni di stoccaggio in casa, e molto economica, credo di averla pagata 2 o 3 euro da un negozio dei cinesi. L’esercizio l’ho costruito però col clicker, dopo aver insegnato al cane a toccare un target. Esegue Gaia.

 

APRIRE UNA SCATOLA

Gioco relativamente semplice, il cane deve afferrare il coperchio con un appiglio apposito e sollevarlo, Aprendo una Scatola. Nei giochi commerciali, quelli che insegnano al cane questo principio “aprire” qualcosa, in genere sono sorte di piccoli bicchierini infilati in fessure di modo che siano costretti a prenderli in bocca e spostarli e non semplicemente farli cadere con una musata/zampata, o comunque sono scatolini con coperchi dotati di una corda o un pomello che il cane possa afferrare con la bocca, io ho preso un economico portasapone a cui ho attaccato del nastro adesivo di carta ripiegato in modo da formare una sorta di maniglia che possa essere presa in bocca dal cane. Sempre Thalia a quasi 3 mesi!

 

APRIRE UN CASSETTO

Gioco costruito con alcuni col clicker, con altri semplicemente con il “bravo” verbale classico, quando il cane si avvicinava alla soluzione. Si parte con un laccetto attaccato alla maniglia per facilitare il cane, prima glie lo si propone e si incoraggia a prenderlo in bocca da solo, non attaccato all amaniglia, poi si attacca al cassetto e si aspetta che il cane faccia altrettanto e per passi si arriva a quando apre il cassetto, poi lo tolgo e il cane, che capisce il principio è aprire qualcosa, apre lostesso. Come vedete dal video non usano una tecnica stereotipata, ma ovviamente più goffi di noi, con “mani” e bocca arrivano in qualche modo ad Aprire un Cassetto. Ebony a 4 mesi e mezzo, ancora aiutata dal laccetto.

 

APRIRE UN CASSETTO A TURNI

E poi siccome i miei sono cani bravi e a modo, si può anche fare a turni, ad aprire il cassetto e guadagnare il premio, mentre si è tutti assieme nella stessa stanza e gli altri non interpellati non disturbano! Ebony a 10 mesi e mezzo e Gaia.

 

METTERE UN OGGETTO NEL CONTENITORE

Mettere un Oggetto in un Contenitore è un altro gioco molto di impatto per chi guarda, e relativamente semplice da insegnare, utile ad esempio anche quando si fa terapia assistita con animali o lezioni educative a scuole asili ecc, per insegnare ai bimbi.Insegna comunque al cane un concetto di “mettere una cosa nell’altra”. Sempre la mitica Gaia.

 

APRIRE UN CANCELLO

Aprire un Cancello è un altro giochetto di effetto, che da autoefficacia al cane e che è relativamente molto semplice da insegnare. Io vado fuori dal cancello lasciando dentro il cane, accosto solo il cancello, che ovviamente deve essere fatto in modo che abbia un qualche appiglio per la zampa del cane, e da fuori porgo la mano vicino al cancello o appena dentro chiedendo al cane di darmi la zampa. In genere capiscono al volo, perchè cercando di dare la zampa prendono il cancello tirandolo a se, appena realizzano che così facendo si apre… afferrano al volo il concetto. Nel vido Thalia a 3 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*