Cookie Policy

Chi è bruno

BRUNO NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI

STALLONE DI PASTORE SVIZZERO BIANCO DISPONIBILE PER MONTE

Bruno è così equilibrato, ben educato e socializzato che può permettersi di andare in vacanza senza di me. Guardate le foto della sua vacanza in Trentino con l’amico Fabio.

Sono orgogliosa di presentarvi
Cherberus Vom Sutumer Grund,”Bruno” per gli amici!

Bruno a 15 mesi
Bruno15Mesi Chi è bruno

Bruno è uno stupendo esemplare di pastore svizzero bianco, molto… bianco!
Ha il pelo corto (medio), ma trasmette anche pelo lungo. Il pelo lungo è certamente più apparoscente e sembra riscuotere più successo nel pubblico, ma a parte essere più brigoso da gestire, anche esteticamente io preferisco un aspetto più asciutto e compatto, che lasci tra l’altro intravedere meglio la sostanza del soggetto, e indubbiamente, se vi sono, anche eventuali difetti.

 

Bruno a 13 mesi, mentre fa stretching.
Bruno15Mesi Chi è bruno

 

 

 

 

 

Bruno è forte e ben proporzionato, ma non troppo pesante, cosa che preferisco visto che un pastore conduttore deve essere atletico, saltare e correre senza affaticarsi troppo o sovraccaricare troppo l’apparato muscolo-scheletrico. Ha una bella testa, mascolina, una bella espressione, una dentatura completa e corretta,e ha già avuto parecchi successi e ottimi giudizi in expo.

Bruno a 4 mesi
Bruno15Mesi Chi è bruno

 

 

 

 

 

Ovviamente, visto che sono anche addestratore ed educatore cinofilo, e tengo, oltre che alla salute, anche alla psiche dei miei cani, non ho tralasciato la sua educazione e socializzazione, cominciando quindi a portarlo in giro con me fin dai primi monenti di vita condivisa.

Bruno15Mesi Chi è bruno

Bruno a 4 mesi che gioca con Pepsi, una australian kelpie, sua amica e coetanea.

 

 

 

 

 

Bruno a 8 mesi
Bruno15Mesi Chi è bruno

 

 

 

 

 

E così, Bruno non è solo un cane affascinante atletico e sano,ma ha anche un bel carattere.

Questo è stato possibile grazie alla genetica e quindi al buon lavoro di selezione da parte della sua allevatrice, e successivamente dal lavoro di educazione e socializzazione fatto da me.

Bruno con Uma
Bruno15Mesi Chi è brunoNella foto a destra, Bruno, nel mio allevamento, mentre interagisce con una cucciola di circa 40 giorni.

Bruno è dolce e paziente con i cuccioli, come ogni buon stallone dovrebbe essere, ma, all’occorrenza, sa essere deciso e autoritario, insegnando loro le regole sociali.

 

 

Bruno a 11 mesi, al mare.
Bruno15Mesi Chi è bruno

 

 

 

 

 

E, visto che i miei cani, non sono cani che passano la vita in box o segregati in giardino, ma sono cani di famiglia e di mondo, vivono esperienze diverse, appaganti e divertenti come avrebbe diritto di fare ogni cane. E quindi, come appunto dovrebbe fare ogni cane, animale sociale, di cui noi siamo “il branco di appartenenza”, i miei soggetti condividono tante, quasi tutte, le esperienze con me.

Per cui, me li porto in vacanza, si va al mare, in montagna, al lago, si va a fare i tuffi al fiume, si visitano luoghi e città, si va in hotel o al ristorante…insomma si fa di tutto assieme.

Questo è importante, per fare di un cane, un soggetto equilibrato e complero, capace di affrontare ogni situazione con serenità.

E, come vedete dalle foto, Bruno e in grado di farlo senza problemi.

Bagni e tuffi al fiume!
Bruno15Mesi Chi è bruno

Bruno sorridente in posa al ferrara Buskers Festival
Ferrara Buskers festival
Bruno15Mesi Chi è brunoIl Ferrara Buskers Festival è una bellissima manifestazione che si svolge ogni anno nella mia città nantale, dove tuttora vivo con i miei cani, ferrara appunto.Come potrete immaginare, in questi giorni la città è in fermento, suonatori di strada, giocolieri, mangiafuoco, tante persone, applausi, musica, botti, e tanti altri cani, insomma, tanti stimoli e distrazioni.

 

 

Ovviamente, nessun problema neanche qui, per l’amico Bruno.

 

Bruno in relax al ferrara Buskers Night
Bruno15Mesi Chi è brunoE di notte, ci si trasferisce nella magnifica location del sottomura, il parco urbano a ridosso delle antiche mura estensi dove il dopofestival è di nuovo vivace e rumoroso, pieno di altri cani, tante persone, musica amplificata, bonghi e mangiafuoco che vanno avanti tutta notte a far baldoria, e nonostante la notte sia comunque più problematica, metta più paura e allerta, anche negli esseri umani e non solo nei cani, beh, anche qui, vedete quanto Bruno sia rilassato e a suo agio.

 

 

Bruno figurante con i bimbi
Bruno15Mesi Chi è bruno

 

 

 

 

 

Ed infine, visto che appunto sono un educatore cinofilo, a volte prendo parte ad eventi organizzati per sensibilizzare le persone verso i cani e la loro etologia.
Per insegnare loro a comprendere il linguaggio canino, rispettare la loro alterità nonché capire il loro altissimo potenziale intellettivo.

Bruno lavora come “figurante” senza nessun problema con tanti bimbi, senza dare segni di disagio o stress, collaborando docilmente e pazientemente alle loro richieste, nonostante spesso le manipolazioni e gli approcci al cane dei bambini non siano proprio etologicamente corretti.

Un cane dal buon carattere, con una buona base genetica, ben socializzato ed educato è in grado di affrontare senza problemi anche questa esperienza.

Insomma, tirando le somme, Bruno è ancora giovane, ma per adesso si è rivelato un ottimo soggetto, oltre ad essere bello e sano, è socievole con bambini, adulti ed altri cani. E’ equilibrato, ossia, non si fa mettere i piedi in testa, ma non è aggressivo a sproposito ed è dolce e autoritario con i cuccioli. Si trova a suo agio in tutte le situazioni. Insomma, il cane perfetto da famiglia, con un minimo di attitudine alla guardia, che non è propriamente la specialità del pastore svizzero bianco, che è appunto più “da famiglia” del cugino colorato, ma all’occorrenza è in grado di imporre la sua comunque non esile presenza se qualcosa non gli torna, che sia a casa che sia in un momento di vita in cui qualcuno pare apparire minaccioso.

Questo per sfatare il mito del pastore svizzero schivo e pauroso che un po aleggia fra la gente, visto che mi è più volte capitato mi chiedessero se lo potevano accarezzare, e restassero poi stupiti dal fatto che lui stessi si appoggiasse a loro poi, per ricevere le coccole… o episodi simili che rivelano l’idea che un po si è fatta la gente di questa razza, che semplicemente ha meno tempra di altre razze, magari più “spinte sul lavoro” e quindi, spesso, vi sono soggetti un po timidi, ma questo accade specialmente se i cani non vengono socializzati a dovere, oltre che per cattiva selezione.
Altrimenti, sono fantastici compagni di vita, disposti a seguirci in tutto, godendosi la vita a 360° assieme a noi.

Scroll Up